Linfodrenaggio manuale

Linfodrenaggio manuale

Il drenaggio linfatico manuale (DLM)

E’ una metodica terapeutica codificata negli anni ’30 e creata dal Dott. Emil Vodder.
Questa tecnica richiede una specifica manualità che, applicata sul corpo del paziente con “tocchi” leggeri, movimenti circolari e di pompage, modifica la pressione dei tessuti, permettendo alla linfa una migliore circolazione.

 

Linfodrenaggio manuale (metodica Vodder)

Lo scopo del linfodrenaggio è infatti quello di favorire, mediante massaggio, il drenaggio della linfa dalla periferia somatica al cuore. L’azione drenante si esplica con l’eliminazione meccanica dei liquidi e degli elementi in essi contenuti (tossine) dai tessuti. La linfa, a tale scopo, viene incanalata verso le stazioni linfonodali del distretto corporeo trattato, in senso disto-prossimale, con manovre lente, precise e delicate, al fine di non provocare rossori o dolenzia tissutale.

Il DLM ha inoltre un effetto antalgico, una spiccata azione rilassante e un’influenza diretta sul sistema neurovegetativo (parasimpatico), con conseguente miglioramento del trofismo muscolare.

Indicazioni:

  • Linfedema primario, secondario o congenito, in particolare quello a carico dell’arto superiore, conseguente ad asportazione totale o parziale dei linfonodi ascellare nella donna mastectomizzata.
  • Ritenzione idrica.
  • Edemi post-traumatici.
  • Edemi post-chirurgici.
  • Patologie venose (tranne la trombo-flebite).
  • Gravidanza.
  • Patologie ORL.
  • Lombalgia.
  • Spalla dolorosa.
  • Coxoartosi
  • Patologie ORL.
  • Malattie reumatiche/connettiviti.

Controindicazioni assolute:

  • Infezioni o malattie infettive acute.
  • Trombosi venosa.
  • Tumori in fase di diagnosi o terapia.
  • Edema cardiaco.

Controindicazioni relative:

  • Insufficienza cardiaca.
  • Insufficienza renale.
  • Asma
  • Ipertiroidismo.
  • Pazienti vagotonici.

Il trattamento di linfodrenaggio manuale, si articola in cicli di 10 seduta, a cadenza trisettimanale, della durata di c.a. 1ora e mezzo l’una. Ogni ciclo potrà essere ripetuto più volte a seconda delle esigenze del paziente e del tipo di patologia.

Visit Us On Facebook