Rieducazione Posturale

Rieducazione posturale, secondo il Metodo Meziérès

Per Postura si intende “la posizione assunta dal corpo in rapporto allo spazio e la relativa relazione tra i vari segmenti corporei.”

In definitiva la Postura non è altro che la modalità che il nostro corpo ha di reagire alla forza gravitaria, ma non solo è anche lo strumento fisico che utilizziamo per comunicare con l’ambiente esterno.

La Postura parla del vissuto di ognuno di noi, è condizionata dagli stati emozionali, da eventuali traumi fisici subiti, dalle abitudini sbagliate e da una respirazione spesso scorretta. Tutti questi fattori, con il tempo, determinano degli stati di accorciamento muscolare persistenti (retrazioni muscolari), che possono tradursi in vere e proprie patologie:

  • Sovraccarichi con conseguente degenerazione articolare (es. artrosi, patologie meniscali, etc.)
  • Sofferenza dei tessuti molli (es. tendinopatie, miopatie, etc.)
  • Problemi neurologici periferici (es. intrappolamenti di nervi)
  • Blocchi respiratori
  • Disturbi dell’equilibrio
  • Dolori muscolari cronici (es. lombalgie, cervicalgie, etc.

La Rieducazione Posturale 

E’ una tecnica manuale fisioterapica che attraverso esercizi attivi, associati ad un’adeguata respirazione, mira alla correzione dei vizi posturali e al riequilibrio del sistema muscolo-scheletrico.

Il lavoro inizia con una valutazione strutturale e funzionale del paziente. Successivamente, mediante un percorso riabilitativo,si giunge ad un riallineamento globale e ad un recupero delle condizioni ottimali per il benessere psico-fisico.

Metodo Meziérès
La metodica Meziérès, creata dalla Fisioterapista francese Françoise Meziérès nel 1947, può essere considerata la “tecnica madre” della posturologia.

Il trattamento consiste nello sfruttare alcune posture in stiramento attivo che mirano all’allungamento dei muscoli della catena posteriore e dei muscoli respiratori, mentre contemporaneamente si cerca la tonificazione dei muscoli della catena anteriore, tendenzialmente ipovalidi. Non solo, con la palpazione e il modellamento manuale, si agisce direttamente sul corpo, andando a scovare le aree di maggior tensione, scoprendo eventuali dolori nascosti (conosciuti o sconosciuti al paziente) e a volte lontani dai sintomi originari.

In pratica il Metodo Meziérèz pone il paziente in una postura di stiramento globale e mediante contrazioni muscolari, isometriche ed isotoniche, associate ad un particolare tipo di respirazione (lavoro in espirazione forzata), consente di correggere numerosi dimorfismi come:  l’iperlordosi lombare, la cifosi dorsale accentuata, le ginocchia valghe o vare, etc..

Il percorso riabilitativo è individuale, si articola in sedute della durata di circa un ora, da ripetere una volta alla settimana e necessita di un buon grado di collaborazione da parte del paziente.

Visit Us On Facebook