Dolore alla Spalla? Potrebbe essere la Cuffia Dei rotatori

http://www.fisiolive.it/dolore-alla-spalla-la-cuffia-dei-rotatori/Version:1.0 StartHTML:0000000168 EndHTML:0000010776 StartFragment:0000000586 EndFragment:0000010759

           La Cuffia dei Rotatori in relazione al dolore alla Spalla

Il dolore localizzato alla spalla è molto frequente e colpisce diverse categorie di pazienti dallo sportivo al sedentario, dalla casalinga all’operaio.

L’articolazione della spalla è la più mobile del nostro corpo e proprio per questo motivo risulta essere tendenzialmente la più instabile, la sua instabilità è proprio una delle principali cause del dolore.

Uno dei più importanti stabilizzatori dell’articolazione scapolo omerale è la Cuffia dei Rotatori.

 

Cosa è la Cuffia dei Rotatori?

È un complesso muscolo-tendineo che protegge l’articolazione della spalla avvolgendo la testa dell’omero, proprio come una cuffia.

I muscoli (con i rispettivi tendini) che costituiscono la Cuffia dei Rotatori sono 4:

  • Sovraspinato
  • Sottospinato
  • Sottoscapolare
  • Piccolo Rotondo

Questi muscoli concorrono al movimento dell’articolazione della spalla nei vari piani dello spazio e ne supportano la stabilità.

Cosa porta ad una lesione della Cuffia?

La cuffia dei rotatori va piuttosto precocemente incontro a fenomeni di usura, questo perché si tratta di piccoli tendini sovrautilizzati e speso sottoposti a stress ripetuti (attività sportive o lavorative). A tale proposito si è calcolato che c.a. 1/3 della popolazione, fin dai 35-40 anni, sia destinato ad andare incontro, almeno una volta nella vita, ad una lesione di cuffia.

Oltre all’usura, un’altra causa comune di lesione di questa struttura muscolare sono i traumi diretti sulla spalla e l‘impingement subacromiale.

Il danno a carico della cuffia può variare da un’infiammazione acuta ad una lesione parziale o completa. Le lesioni degenerative sono più comuni nel braccio dominante, anche se con il tempo, spesso si manifestano anche nella spalla opposta.

 

Quali sono i sintomi?

Nonostante ci siano dei pazienti con alcune lesione di cuffia totalmente asintomatici, il principale sintomo di questa patologia è il DOLORE localizzato alla spalla e irradiato spesso al braccio, che aumenta con lo sforzo e il riposo notturno (per compressione o allungamento del tendine coinvolto).

L’intensità del dolore può essere lieve, moderata o elevata a seconda del grado di lesione e/o infiammazione del tendine.

Movimenti semplici come infilarsi un maglione, pettinarsi, mantenere le braccia conserte possono diventare anche molto dolorosi, i pazienti si trovano così spesso limitati nello svolgimento delle normali attività quotidiane.

Oltre al dolore, a seconda del tendine interessato, potrebbe esserci una Diminuzione della Forza o, in casi estremi, l’impossibilità ad effettuare il movimento.

Il Crepitio (sensazione rumorosa) durante il movimento articolare, può essere un altro segno ricorrente.

Come si fa la Diagnosi di una lesione di cuffia?

Un’accurata visita e valutazione del paziente, supportata da test specifici per l’articolazione e i muscoli della spalla, ci consentono di fare diagnosi di lesione o infiammazione dei tendini della cuffia.

Possono rendersi necessari esami strumentali come ecografia, radiografia e risonanza magnetica.

Trattamento

Se la lesione riguarda solo un tendine, il trattamento previsto è di tipo conservativo:

  • Riposo

  • Antinfiammatori

  • Fisioterapia

Nei processi degenerativi cronici, nelle lesioni massive o comunque molto estese, il trattamento indicato è quello chirurgico, da valutare da caso a caso e in base all’età del paziente.

La Riabilitazione nelle patologie della Cuffia dei Rotatori

La Fisioterapia gioca un ruolo di primo attore nel trattamento conservativo e post- chirurgico delle lesioni di cuffia.

Il primo step consiste in un accurata Valutazione del paziente, non solo limitata all’articolazione in esame, ma di tutti i distretti corporei adiacenti: un’artrosi cervicale o una neuropatia possono infatti provocare dolore irradiato sull’articolazione scapolo-omerale e lungo tutto il braccio.

Una volta aver visitato il paziente è possibile impostare il programma riabilitativo che sarà sempre personalizzato e adattato al tipo di problematica che ci troviamo a dover affrontare: tendinite, lesione di cuffia, eventuale impigement subacromiale, trattamento post chirurgico etc..

In linea generale l’intervento riabilitativo prevede l’utilizzo di varie metodiche:

  • La terapia strumentale ci permette di intervenire, in una prima fase, sul dolore e sull’infiammazione.

  • L’esercizio terapeutico mediante la mobilizzazione attiva e passiva, lo stretching, il potenziamento muscolare e gli esercizi propriocettivi

è finalizzato al recupero articolare e funzionale.

  • Il trattamento manuale della fascia ci consente di detendere e sciogliere il tessuto connettivo rigido e contratto, restituendo fluidità all’insieme

  • Il training domiciliare permette il mantenimento dei progressi ottenuti durante le sedute terapeutiche.

I tempi di recupero ovviamente variano a seconda della lesione e del tipo di intervento scelto (conservativo o chirurgico).

In caso di dolore di spalla, non aspettare dunque, la causa di quel dolore potrebbe essere proprio la Cuffia dei Rotatori, un pronto e mirato intervento fisioterapico può aiutarti a liberarti una volta per tutte di questo fastidioso problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Visit Us On Facebook